CONDIVIDI
Serie A, Crotone-Juventus: è arrivato il momento di Marko Pjaca.

Champions League, Juventus: la vittoria di Oporto e le “armi tattiche” di Allegri. Quella della Juventus ad Oporto è stata una vittoria roboante, che ha dimostrato ancora una volta la sapienza di Max Allegri e la straordinaria qualità della rosa bianconera. Un 2-0 meritato che, al netto dell’espulsione di Telles, segna una svolta nel cammino europeo della Juventus 2016/17. Se a Lione e a Siviglia erano arrivate due vittorie sofferte, ad Oporto la squadra di Torino ha dominato nettamente sul piano del gioco, senza subire niente, con un possesso palla schiacciante e una decina di occasioni da gol create. La qualità di Pjanic a centrocampo si fa sentire durante la partita, ma balzano agli occhi anche il numero dei palloni recuperati. Il bosniaco è stato uno dei migliori ad Oporto e, insieme a Khedira, compone di fatto la coppia di mediani titolari nelle logiche di Allegri.

Champions League, Juventus: la vittoria di Oporto e le “armi tattiche” di Allegri.

Il tecnico di Allegri può contare in quella zona di campo anche sull’apporto di pedine importanti come Marchisio, Rincon, Lemina e Sturaro. Un paradosso, se si pensa che ad inizio stagione il centrocampo era uno dei reparti più criticati. L’intuizione di Allegri è stata semplice: togliere un centrocampista di ruolo e mettere due esterni che giocano un calcio “totale” come Cuadrado e Mandzukic. “Totale” perchè il colombiano è decisivo sia in fase di spinta che in fase di copertura, avendo giocato in carriera in tutti i ruoli della fascia destra, dal terzino alla seconda punta. Discorso diverso per Mandzukic, che ad Oporto non ha brillato, ma da’ sempre un apporto straordinario anche grazie al suo strapotere fisico.

Considerando l’affidabile reparto difensivo e gli intoccabili Higuain Dybala e Alex Sandro, restano da menzionare due variabili impazzite che proprio in Champions sono state utilissimi: Marko Pjaca e Dani Alves. Due vere e proprie “armi improprie” per Allegri, che può inserire a partita in corso per spaccare le difese avversarie. Il giovane Pjaca, capace di incidere sia a destra che a sinistra, e “mister Champions” Dani Alves. Ad Oporto sono stati decisivi e ora si candidano per una maglia da titolare contro l’Empoli. Lichtsteiner e Cuadrado sono avvisati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui KNews.it su Facebook