CONDIVIDI
Coppa Italia, Juventus-Milan story: continua il tabù bianconero per il Milan.

Coppa Italia, Juventus-Milan story: continua il tabù bianconero per il Milan. Continua la maledizione Juventus per il Milan in Coppa Italia. I rossoneri non eliminano i bianconeri nella coppa nazionale dalla stagione 1984/85 (0-0 a San Siro e 0-1 a Torino, nei quarti di finale). Da allora le due squadre italiane più vincenti si sono affrontate nella coppa nazionale in 7 stagioni (tra queste anche due finali) e i bianconeri hanno sempre avuto la meglio. Nel 1990 l’incrocio avvenne in finale (a quel tempo andata e ritorno) e dopo lo 0-0 di Torino la Juventus di Dino Zoff espugnò San Siro con il gol di Galia, imbeccato da una splendido assist di Marocchi. Due anni dopo, le due squadre si incontrarono in semifinale: 0-0 a Milano e 1-0 al Delle Alpi grazie ad un colpo di testa di Totò Schillaci, l’eroe delle notti magiche di Italia ’90.

Per dieci anni non ci furono più accoppiamenti tra Juventus e Milan, fino alla stagione 2001/02, ancora una volta in semifinale. All’andata vinse la Juve a Milano con i gol di Birindelli e Alex Del Piero, che risposero al momentaneo vantaggio di Javi Moreno. Al ritorno, dopo il vantaggio rossonero di Jose Mari, pareggiò i conti Gianluca Zambrotta, con una rete da cineteca dopo due dribling sugli avversari. Anche in quel caso la Juventus si qualificò per la finale, poi persa contro il Parma (come nel 1992). Ci vollero altri dieci anni per vedere una sfida tra rossoneri e bianconeri, questa volta nelle semifinali della Coppa Italia 2011/12.

Coppa Italia, Juventus-Milan story: continua il tabù bianconero per il Milan.

La Juventus di Antonio Conte (Campione d’Italia in quella stagione) sconfisse il Milan di Max Allegri per 2-1 a San Siro, con la doppietta del nuovo acquisto Martin Caceres (memorabile il secondo gol, con un pallonetto da fuori area). Al ritorno ci fu una partita spettacolare e ricca di emozioni: vantaggio di Alex Del Piero, pareggio di Mesbah e vantaggio Milan segnato da Maxi Lopez; nei tempi supplementari decise Mirko Vucinic, con un tiro potentissimo di mezzo esterno all’incrocio dei pali che batté Amelia e regalò ai bianconeri l’accesso alla finale.

L’anno seguente fu ancora Juve-Milan, questa volta nei quarti di finale in gara unica allo Juventus Stadium e anche in quel caso fu necessario andare ai tempi supplementari: dopo le reti di El Shaarawy e Giovinco, decise la sfida ancora una volta Mirko Vucinic. Il resto è storia recente, con la finale di Coppa Italia 2015/16 vinta dalla Juventus grazie al gol nei tempi supplementari di Alvaro Morata, dopo lo 0-0 nei minuti regolamentari. Ieri sera la tradizione è stata confermata, così la Juve si qualifica alle semifinali contro il Napoli e il Milan viene eliminato dai bianconeri in Coppa Italia per la settima volta negli ultimi 30 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI