CONDIVIDI
Moto GP Mugello, parlano i protagonisti: Dovizioso, Petrucci e Rossi

Moto GP Mugello.  Il Gran Premio del Mugello ha visto trionfare Andrea Dovizioso, mentre Valentino Rossi su Yamaha si è dovuto accontentare del 4° posto. Il pilota Ducati al termine della gara ha raccontato l’emozione provata durante la competizione:“Sto provando tante emozioni e dire che le mie energie non erano al massimo. La Ducati ha lavorato benissimo e io questa vittoria l’ho sempre voluta. È un sogno che si avvera, come per tutti i pilota italiani che corrono in moto. La moto andava molto bene quando sono arrivato davanti ho visto che gli altri non ne avevano, non ho dovuto spingere al 100% all’inizio della gara e questo è stato importante”. Ed ha concluso:” È così difficile vincere al Mugello che capisco perché tutti piangono“.

Danilo Petrucci e Valentino Rossi commentano il GP del Mugello 2017.

Danilo Petrucci, giunto terzo nel Moto GP del Mugello su Ducati, ha espresso tutta la sua gioia: “È un podio incredibile, quasi non ci credo, continuavo a guardare il maxischermo per vedere se ero davvero terzo. Ho cercato di stare con gli altri e poi ho fatto dei sorpassi, ho anche sentito di poter vincere, ma vicino a Dovi mi è mancato il fiato e con la posteriore ero in difficoltà. Così sono rimasto con Viñales per il podio. Il duello con Rossi? Mi sono detto, provaci, per una volta che sei qui… Ringrazio la famiglia e gli amici e tutti quelli che hanno reso possibile questo risultato“.

Valentino Rossi si è dovuto accontentare del 4° posto. “Se penso che soltanto giovedì scorso non dovevo correre, posso considerarla una buona gara. È però un gran dispiacere non aver raggiunto il podio perché è sempre un obiettivo ma farlo qui al Mugello è ancora più importante di fronte a tanta gente. Ho fatto il massimo delle mie possibilità ed anche nelle prove ero andato veloce. Purtroppo davanti a me ho avuto tre piloti più veloci di me ed ho sofferto più del previsto nella parte conclusiva della gara. Ad otto giri dalla fine non ne avevo più e quando non sei al 100% guidare la moto diventa più difficile. Ho provato a stare dietro Petrucci ma non andavo così tanto veloce per attaccarlo”,ha rivelato alla Gazzetta dello sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI