CONDIVIDI
Moto GP, prove libere in Qatar: Viñales supera tutti, ora è il favorito per i bookmakers!

Andrea Dovizioso vince il Gran Premio del Mugello con la sua Ducati! Secondo Maverick Vinales (Yamaha) e terzo Danilo Petrucci del team Pramac. Solo quarto Valentino Rossi, che aveva fatto sperare i propri tifosi con il secondo posto nelle qualifiche di ieri. Dopo ben nove anni, tre italiani trionfano al Mugello vincendo in tutte e tre le categorie (Dovizioso in MotoGP, Migno in Moto3 e Pasini in Moto2). Non accadeva dal GP del 2008, quando trionfò il tridente Rossi-Corsi-Simoncelli. È stata la migliore gara della carriera di Dovizioso, che sicuramente non dimenticherà mai le emozioni di oggi. Grande festa per il team Ducati, che non vinceva nel circuito di Scarpreria dal 2009 con Casey Stoner.

MotoGP, Gran Premio del Mugello: vince Dovizioso, davanti a Vinales! Solo quarto Valentino Rossi.

La casa di Borgo Panigale non era andata benissimo in questa stagione (solo due podi in cinque gare), ma la vittoria di Dovizioso (terzo nelle prove di ieri) è stata incredibile, soprattutto se si pensa che il pilota forlivese era stato debilitato da un’intossicazione alimentare nella notte prima della gara. Brutta gara invece per il suo compagno più blasonato, Jorge Lorenzo, che è arrivato solo ottavo. Il maiorchino è arrivato dietro anche alla terza Desmodedici di Bautista (quinto posto).

Peccato per Rossi, che nonostante il dolore al torace, ha lottato come un leone nelle prime fasi, ma ha pagato alla lunga l’inevitabile crollo fisico. Il Dottore finisse così col perdere ulteriore terreno rispetto al compagno di squadra Vinales, che ora si trova a 30 punti di distanza nella classifica piloti. Il pilota pesarese è stato superato anche da Dovizioso, che ora è il primo inseguitore di Vinales (-26 punti). Flop totale delle Honda: Marquez è solo sesto, mentre Pedrosa è caduto verso la fine in seguito ad un attacco troppo “ardito” nei confronti di Crutchlow, trascinato a sua volta nella sabbia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI