CONDIVIDI
MotoGP 2017 Test di Phillip Island: le ultime news e dichiarazioni dei piloti

MotoGp, prove libere di Austin: Marquez superstar, Rossi è quarto. Tutto come da pronostico. Le prove libere di ieri, venerdì 21 aprile sono state dominate dal grande favorito, Marc Marquez. Il campione in carica era rimasto sorpreso da un super Viñales nella prima sessione di prove libere, ma nella seconda è riuscito a recuperare registrano il suo miglior tempo. Nonostante sia partito male quest’anno, Marquez si conferma apparentemente imbattibile sulla pista texana. Se dovesse vincere domenica, tornerebbe prepotentemente in corsa per il titolo, insieme a Viñales. Alle spalle del catalano della Honda (2’04″061″‘) si posiziona a sorpresa Johann Zarco, con la sua Yamah Tech3.

MotoGp, prove libere di Austin: Marquez superstar, Rossi è quarto.

Al terzo posto Viñales, che chiuderebbe la prima fila di una ipotetica griglia. Attenzione però al solito Valentino Rossi, a 745 millesimi da Marc. Il pilota pesarese ha sempre faticato ad Austin, ma quest’anno ha già stupito in Qatar, dove partiva sfavorito ed è riuscito ad arrivare terzo. Quindi per adesso abbiamo una Honda, tre Yamaha, ancora una Honda (Pedrosa) e la Ducati (Gp17) di Andrea Dovizioso (-0.769), che precede Crutchlow (Honda) e Folger (l’altro esordiente della Yamaha), quindi la Rossa del 2016 in versione Pramac, guidata da Redding.

Ad decimo posto si posiziona Andrea Iannone, che con la sua Suzuki ha svolto un ottimo giro finale, riuscendo a fare addirittura 2 decimi in meno di Marquez. Solo 11° Jorge Lorenzo, che continua a deludere profondamente i tifosi della Ducati. 12° Petrucci, 14° Aleix Espargarò (Aprilia). Marquez per adesso sta confermando i pronostici e si preparara per correre al meglio la gara più importante della stagione. Il pilota della Honda sa che non può fallire nella pista dove ha vinto le ultime quattro gare di MotoGp. Da qui può cominciare la rimonta nei confronti del connazionale Viñales (distante ben 37 punti).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui KNews.it su Facebook