CONDIVIDI
Serie A, Juventus: le mosse di Allegri per la sfida col Sassuolo.

Serie A, Juventus: idea 4-3-3 per Napoli, Allegri riflette. La pausa per le nazionali ha riservato due amare sorprese per la Juventus. Dopo la doccia fredda dell’infortunio di Pjaca che resterà fuori per almeno 6 mesi, arriva un’altra brutta notizia per Massimiliano Allegri: Mario Mandzukic ha un dolore al ginocchio sinistro e potrebbe saltare la trasferta di Napoli di domenica sera. Ufficialmente si tratta di una mera infiammazione, ma i tifosi bianconeri sono in ansia, anche a causa delle condizioni di Dybala. Il fantasista argentino si è allenato regolarmente a Vinovo oggi, ma è reduce da una contrattura muscolare subita nella partita contro la Sampdoria e non è sceso in campo durante la pausa per le nazionali, pur avendo risposto positivamente alla convocazione del CT Bauza.

L’attaccante croato ha svolto un lavoro differenziato, in via del tutto precauzionale ma lo staff bianconero non vorrebbe rischiarlo nemmeno nelle prossime due partite contro Napoli (semifinale di Coppa Italia) e Chievo, per averlo al meglio in Juventus-Barcellona, prevista per martedì 11 aprile. Se si considera anche l’infortunio di Moise Kean (fuori almeno per tre settimane) gli unici attaccanti a piena disposizione di Allegri per Napoli sono Gonzalo Higuain (23 reti in stagione) e il jolly offensivo Juan Cuadrado. Con Pjaca a disposizione, la Juve avrebbe mantenuto il 4-2-3-1, sfruttando la tendenza del giovane croato a partire da sinistra e rientrare sul destro.

Serie A, Juventus: idea 4-3-3 per Napoli, Allegri riflette.

A questo punto è probabile che Allegri opti per un cambio di modulo, rispolverando il 4-3-3 già visto in Champions League nella partita contro il Siviglia in terra andalusa. Allora mancavano sia Higuain che Dybala, e l’allenatore livornese decise di spostare Alex Sandro sulla linea degli attaccanti e giocare con un tridente offensivo composto dal brasiliano, Mandzukic e Cuadrado. Anche l’anno scorso a Monaco, nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League, Allegri giocò con il 4-3-3 dovendo far fronte all’assenza di Dybala e alle condizioni non ottimali di Mandzukic. La Juventus giocò una grande partita, soprattutto nel primo tempo, e Cuadrado e Alex Sandro risultarono decisivi per innescare i contropiede bianconeri.

A Napoli, i campioni d’Italia troveranno un’atmosfera infuocata e affronteranno una squadra che tende a fare la partita e a lasciare molti spazi agli avversari. Se Allegri deciderà di cambiare modulo, servirà un centrocampista in più, capace di rompere le fitte trame di passaggi dei centrocampisti azzurri. Sturaro ha recuperato dall’infortunio ai muscoli addominali, Marchisio e Lemina stanno bene, ma l’indiziato numero uno per partire titolare dovrebbe essere Tomas Rincon. El General ha trovato poco spazio fino ad ora (7 presenze), ma è stato soffiato alla Roma in extremis da Marotta. Allegri potrebbe scegliere il venezuelano per affiancare Pjanic e Khedira, un regista talentuoso e un equilibratore del gioco, che non hanno però la velocità tra le loro caratteristiche migliori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui KNews.it su Facebook