CONDIVIDI
Serie A, Milan: Montella e la linea verde per l'Europa.

Serie A, Milan: Montella e la linea verde per l’Europa. Vincenzo Montella ha definito la vittoria di Bologna di mercoledì sera “epica” per come è arrivata. In effetti vincere in 9 contro 11 in trasferta, esattamente un mese dopo l’ultima vittoria in campionato (1-0 contro il Cagliari, l’8 gennaio 2017) è stato un segnale importante rivolto alle rivali per i posti in Europa League. Se il terzo posto sembra ormai un miraggio per il Milan, con il Napoli a quota 48 punti, ci sono invece cinque squadre racchiuse in 6 punti: Lazio, Inter, Atalanta, Milan e Fiorentina. I rossoneri hanno già alzato un trofeo (la Supercoppa Italiana vinta ai rigori contro la Juventus) ma sono usciti ai quarti di finale di Coppa Italia contro i bianconeri.

Serie A, Milan: Montella e la linea verde per l’Europa.

Se non dovessero qualificarsi per un posto in Europa League, la stagione verrebbe considerata un fallimento per la nuova proprietà cinese in procinto di concludere il closing per l’acquisto della società. A Bologna sono stati decisivi tre giovani: Gerard Deulofeu (classe 1994), Mario Pasalic (classe 1995) e Gianluigi Donnarumma (classe 1997). Due di questi sono stati presi in prestito, rispettivamente dall’Everton e dal Chelsea, quindi a giugno dovrebbero tornare in Premier League.Nel mercato di gennaio è stato preso in prestito anche Lucas Ocampos (classe 1994), trequartista/esterno offensivo del Genoa ma di proprietà dell’Olympique Marsiglia.

Dato l’infortunio di Bonaventura (stagione finita per lui), l’ex River potrebbe rivelarsi molto utile. A Roma contro la Lazio, nel posticipo di lunedì prossimo, mancheranno Paletta, Kucka, Romagnoli (infortunio muscolare), De Sciglio, Antonelli, Calabria. In attacco potrebbe giocare Gianluca Lapadula (altro giocatore nato dopo il 1990) al posto del deludente Bacca (30 anni), ma il tecnico rossonero è tentato di schierare un tridente “alla Sarri”: Deulofeu punta centrale, affiancato da Suso (classe 1993) e Ocampos. In ogni caso sarà un Milan pieno di giovani, per credere ancora ad un posto in Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI